Come scegliere la posizione migliore per il router

Come scegliere la posizione migliore per il router

Oggi tutti noi disponiamo di una connessione Internet e l’operatore scelto ci fornisce un router indispensabile quest’ultimo per connetterci in modalità wireless o in rete con i nostri smartphone, tablet oppure desktop. Posizionare il router nel posto giusto è tuttavia fondamentale per avere una copertura adeguata in tutta la casa. Per tale motivo a seguire ci sono alcuni importanti approfondimenti in merito, nonché utili suggerimenti per velocizzare e rendere costante la connessione ad Internet.

Scegliere un router adatto

Prima di decidere dove posizionare il router al fine di ottenere un buon segnale, è importante sapere che non tutti hanno le stesse capacità, e quindi un buon router può ridurre di molto uno dei problemi maggiori che riguardano la ricezione, ossia quello legato alla presenza di ostacoli. Per tale motivo sapere come posizionare il router https://www.affbuzzads.com/eliminare-i-problemi-di-connessione-posizionando-meglio-il-router-wifi/ è molto importante per provare la migliore esperienza utente e affinché la rete funzioni nel modo più efficiente possibile, senza dover ricorrere a dispositivi di terze parti come ad esempio amplificatori di antenna. Sebbene al giorno d’oggi quando si acquista un router di solito vengono forniti con la banda da 2,4 GHZ e 5 Ghz, dovremmo tuttavia sapere che quest’ultima è molto più soggetta a essere influenzata da ostacoli di vario genere e la stessa cosa accade con la tipologia di ultima generazione identificata con l’acronimo di Wi-Fi 6.

Fattori che influenzano il segnale del router

Quasi tutti i router domestici attualmente disponibili sul mercato informatico trasmettono nella banda a 2,4 GHz e in quella a 5 GHz, anche se presto con l’arrivo dello standard WIFi 6E avremo l’opportunità di connettere molti dispositivi wireless contemporaneamente. Grazie al fatto che le apparecchiature sono dual-band simultanee o tripla-band, i router sono in grado tra l’altro di posizionarci nella migliore banda e quindi navigare nelle condizioni ottimali e all’insegna della continuità. I router tuttavia per funzionare alla massima efficienza, non devono avere interferenze elettromagnetiche e che spesso vengono causate da elettrodomestici come ad esempio forni a microonde oppure telefoni wireless che abbiamo in casa, e persino da altri dispositivi elettronici che utilizzano queste stesse bande di frequenza. Inoltre dobbiamo tener presente che l’interferenza causata da altri dispositivi è distruttiva, motivo per cui danneggia gravemente il segnale del router, con una conseguente minor copertura ed una velocità minima di Internet senza contare che può anche causare interruzioni sporadiche.

Tipi di antenne del router e il loro posizionamento

I router domestici indipendentemente se utilizzati per sistemi desktop oppure della tipologia Wireless, incorporano una coppia di antenne omnidirezionali che emettono il segnale orizzontalmente in tutte le direzioni ovvero a 360º. Tuttavia, a seconda delle antenne e del loro guadagno in termini di segnale, la copertura che forniscono avrà un angolo di incidenza più alto o più basso. Detto ciò, va altresì aggiunto che i router generalmente hanno antenne con un guadagno di circa 5dBi, quindi un angolo verticale di 30º. Inoltre se si dispone di un router con antenne esterne e si intende posizionarle verticalmente, tutte emetteranno un segnale nella stessa direzione, quindi è consigliabile orientarle diversamente al fine di migliorare la copertura globale nella casa e renderla più omogenea. Infine un dettaglio molto importante è che, se posizioniamo le antenne in un modo particolare ossia con un angolo divergente (di circa 180°), l’operazione si rivelerà ideale soprattutto in presenza di una casa a più piani. Questo orientamento farà infatti in modo di creare una sorta di segnale a sfera in grado di raggiungere tutti i piani dell’abitazione e la loro quadratura.