Come migliorare la copertura WiFi in casa

Come migliorare la copertura WiFi in casa

Avere una buona copertura WiFi in casa è ormai una necessità, sia perché utilizziamo dispositivi mobili, come smartphone e tablet, in tutte le stanze, sia perché sono ormai diffusi elettrodomestici e dispositivi di domotica che richiedono di essere costantemente connessi. Di seguito presenteremo alcuni consigli per ottimizzare e migliorare la copertura WiFi nella propria abitazione.

Migliorare la copertura tramite configurazione del router

I router sono apparati che permettono la connessione ad Internet attraverso un service provider. Ogni gestore di connettività fornisce e installa un apparato per terminare la linea internet e lo posiziona in prossimità della presa telefonica. Il router dispone di numerosi parametri di configurazione che possono essere utilizzati per migliorare la copertura WiFi.
Il primo passo è accedere alla configurazione dell’apparato attraverso un browser, inserendo l’indirizzo IP del router e la password che sono riportate sotto il router.
All’interno dei menù di configurazione, si dovrà individuare la parte relativa al WiFi. In funzione del modello si potrà intervenire su alcuni o tutti i seguenti parametri:

  • Potenza del segnale WiFi: molti modelli permettono di configurare la potenza inviata alle antenne WiFi, cambiare, ad esempio, dal 50% al 100% della potenza può migliorare sensibilmente il livello di copertura.
  • Attivazione 2,4Ghz/5Ghz: sul WiFi sono disponibili due distinte bande di trasmissione, l’attivazione di entrambe consente di sfruttare le caratteristiche del 2,4Ghz che penetra meglio nei muri e del 5Ghz che permette maggiori bande trasmissive.
  • Cambio del canale di trasmissione: all’interno delle bande indicate sopra, sono definiti un certo numero di canali. La presenza di altri router che trasmettono sullo stesso canale può creare interferenze. Il cambio di canale può migliorare la copertura WiFi in casa.

Migliorare la copertura attraverso il posizionamento del router

Ovviamente la scelta del posizionamento del router è di fondamentale importanza. Se si dispone di un appartamento o una casa a pianta regolare il miglior posto dove sistemare il router in casa è una posizione centrale all’interno dell’appartamento. Il segnale WiFi deve essere immaginato come un ombrello circolare centrato sul router. Ogni qual volta si attraversa un muro o un vetro il segnale viene attenuato, maggiore lo spessore dei muri da attraversare, maggiore sarà l’attenuazione. Un posizionamento centrale permetterà di attraversare un numero ridotto di muri e quindi garantire una copertura uniforme del perimetro casalingo. Per ulteriori informazioni si consiglia di leggere il seguente articolo: https://www.affbuzzads.com/eliminare-i-problemi-di-connessione-posizionando-meglio-il-router-wifi/.
In caso l’appartamento disponga di una forma non regolare o con molti angoli e muri spessi non è facile individuare la posizione migliore dove posizionare il router in casa. L’unica soluzione è posizionare l’apparato in una parte della casa e ripetere il segnale attraverso apparati aggiuntivi come evidenziato nel paragrafo successivo.

Migliorare la copertura con apparati aggiuntivi

Ci sono spesso punti remoti della casa, per conformazione o per estensione, che non sono raggiunti dal segnale. Se non si riesce a migliorare la copertura con i consigli indicati, l’unica soluzione è aumentare la copertura attraverso apparati aggiuntivi.
In questo caso gli apparati più indicati per estendere la copertura WiFi sono gli extender o ripetitori WiFi. Sono apparati molto compatti che, per funzionare correttamente devono rispettare due semplici regole:

  • devono essere collegati ad una presa elettrica, essendo dispositivi alimentati che catturano il segnale Wi-Fi e lo ripetono
  • devono essere posizionati in una posizione intermedia tra la zona di casa non coperta dal WiFi e la zona coperta. Questo perché comunque il ripetitore deve collegarsi al router di casa e quindi essere in una posizione che consente di agganciarsi con un buon segnale al Wi-Fi esistente. Poi utilizzerà le sue antenne interne per ripetere la rete WiFi verso il resto dell’abitazione.

Questi apparati sono molto semplici da configurare con pochi semplici passi e consentono di estendere la copertura WiFi anche all’esterno dell’abitazione nel caso si abbia un giardino o un garage che necessiti di copertura WiFi.