Quali sono le migliori frese per fresatrice verticale

Quali sono le migliori frese per fresatrice verticale?

Negli ultimi anni sempre più persone si stanno dedicando ai lavori fai da te. Di conseguenza ci sono numerose persone che desiderano avere delle attrezzature adatte per creare qualsiasi oggetto.
Uno degli strumenti maggiormente richiesti per lavorare il legno è la fresatrice; si tratta di un attrezzo che viene utilizzato per creare delle fessure nel legno o per definire precisamente i contorni dell’oggetto creato.
Queste operazioni vengono effettuate in base alle frese per fresatrici verticali utilizzate (vedi quelle di FraiserTools).

Quali sono le tipologie di fresatrici?

In commercio esistono numerosi modelli che si differenziano per le proprie caratteristiche. Una differenza importante da fare è quella tra fresatrice orizzontale e verticale.
Nel primo caso si tratta di un’attrezzattura utilizzata perlopiù per fare delle fessure o degli scansi laterali. In particolare la fresatrice orizzontale per fare gli scansi laterali è chiamata Lamello, mentre quella utilizzata per creare delle fessure è detta Spinatrice.
Nella seconda opzione il lavoro viene svolto in maniera verticale, infatti è possibile montare l’attrezzatura sia al di sopra sia al di sotto del banco di lavoro. Ci sono più modelli in circolazione che si differenziano principalmente per la potenza del motore. Avere una fresatrice più potente significa poter effettuare lavori più complessi.
Alcuni modelli possono montare solo delle frese a codolo aventi un piccolo diametro. Questa restrizione porterà ad avere delle limitazioni importanti su alcuni particolari lavori da svolgere.

Quali sono le frese verticali?

Si può dedurre facilmente dalle righe precedenti che per effettuare un buon lavoro oltre ad avere un’adeguata macchina è necessario anche possedere la giusta fresa per fresatrice verticale.
Per valutare la qualità e l’utilità della stessa è bene considerare principalmente il metallo duro con cui viene costruita la fresa a codolo per il legno. Inoltre per essere capaci di svolgere più lavori è importante avere più frese di diverso diametro. Solitamente vanno da una misura di sei millimetri fino ad una di dodici.
Esistono in commercio due tipologie principali che sono denominate frese sagomate e frese dritte.
Le prime vengono utilizzate per effettuare delle lavorazioni specifiche, visto che il loro tagliente presenta un disegno particolare.
La fresa dritta per il legno, invece, viene utilizzata per creare dei canali o per fare dei lavori utili a pulire il bordo.
Ad ogni tipologia di lavoro corrisponde una fresa appositamente pensata per svolgerlo. In particolare, per spianare il legno esiste una fresa diamantata con tre taglienti che viene utilizzata anche per lavorare derivati del legno come multistrato, truciolare e carbonio.

Quali sono le migliori frese dritte per il legno da acquistare?

Alla fine di questo articolo avrai sicuramente capito che non è possibile acquistare una fresa a codolo che sia adatta a qualsiasi lavoro da svolgere.
Bisogna innanzitutto valutare quale fresa si adatti di più all’attrezzattura che si ha a disposizione e successivamente capire quale modello sia in grado di soddisfare le proprie esigenze.
Solitamente è consigliabile iniziare con un modello che riesca ad essere utile per effettuare più lavori in maniera discreta, per poi passare in una fase successiva all’acquisto di frese per effettuare un lavoro specifico.
Ad ogni modo per garantire la qualità del prodotto che si va ad acquistare bisogna stare attenti al rivestimento della fresa. Infatti, è importante prendere una fresa che abbia un involucro che sia in grado di proteggere la stessa da eventuali sostanze che potrebbero attaccarsi, piuttosto che comprare una fresa che esternamente è protetta solo da uno strato di vernice.