Mappatura delle competenze: tutto ciò che è importante sapere

Mappatura delle competenze: tutto ciò che è importante sapere

Una società aziendale risulta competitiva quando le competenze del personale e i ruoli appaiono chiari e definiti. In effetti, la mappatura delle competenze permette di ottimizzare le performance nei business process sotto l’aspetto qualitativo.

Mappatura delle competenze: cos’è

Oggi andremo a vedere cos’è realmente una mappatura delle competenze e tutto ciò che è importante sapere.

Cos’è

Il termine “mappatura delle competenze” indica un metodo per qualificare e controllare le competenze dei dipendenti con lo scopo principale di conoscere le debolezze e anche le skill, in modo tale da ottimizzare la struttura dell’azienda.
Infatti, al giorno d’oggi, è importante che ogni azienda sia dotata di uno strumento che consenta di definire in modo veloce le competenze degli operai, il livello e anche le skill essenziali per portare a compimento una mansione.
La mappatura delle competenze può essere anche integrata all’interno di un software, come nel caso di AWMS, che permette di pianificare la propria forza lavoro in base alle necessità di produzione e alle skill disponibili.

Mappatura delle competenze: tipologie

Esistono diverse tipologie di mappature delle competenze tra cui, quelle intellettuali, motivazionali, emozionali e infine quelle sociali.
Nei prossimi paragrafi andremo a vedere nel dettaglio cosa comprendono.

Intellettuali

Questa mappatura raccoglie conoscenze e competenze connesse alla comunicazione, ma anche alla capacità analitica/critica del lavoratore, oltre alle capacità di organizzazione.

Motivazionali

Raggruppa tutti gli aspetti motivazionali che spingono il lavoratore ad aumentare la sua produttività nel lavoro.
All’interno di questa mappatura si può trovare il costante interesse per l’apprendimento, ma anche la perseveranza e il controllo del tempo.

Emozionali

Questo tipo di mappatura riunisce tutte le capacità che sono incentrate sull’intelligenza emotiva della persona, mediante il quale, può gestire e trasmettere le sue emozioni al resto del gruppo di lavoro. Tra le abilità più richieste si può trovare l’iniziativa, ma anche l’ottimismo e il controllo dello stress.

Sociali

Quest’ultima tipologia include la capacità di collaborare in una squadra per raggiungere un obiettivo comune, ma anche la dedizione, il rispetto, la consapevolezza, la capacità di comunicare e l’interazione con gli altri lavoratori.
Un software utile per valutare la performance aziendale, è lo strumento più adatto per conoscere accuratamente le competenze di ogni singolo lavoratore.
Se invece, non si volesse esaminare il talento della propria organizzazione aziendale e si volesse attirare l’attenzione dei migliori candidati, si dovrebbe utilizzare un software ATS, ovvero un sistema automatizzato che serve ad esaminare e scegliere i candidati con le caratteristiche di cui l’azienda necessita, grazie ad apposite domande e allo screening curriculari, sistemi che assicurano con certezza che solo gli esperti arrivino all’ultimo step.
Ad esempio, si possono usare i test attitudinali per esaminare se un potenziale candidato possiede le capacità di cui l’organismo economico necessita.

Mappatura delle competenze:a cosa serve

Nel prossimo paragrafo andremo a vedere a cosa serve una mappa delle competenze.

A cosa serve

La mappa delle competenze è efficace per i datori di lavoro, per comprendere dove poter agire con i differenti training e anche per i dipendenti, per ottenere una notevole consapevolezza dei propri livelli e delle proprie abilità.
I benefici che apporta una mappatura delle competenze sono diversi. In primis, è un sistema che consente di analizzare chi, all’interno della struttura, è capace di compiere un determinato compito o attività, perché detiene un certo livello di competenza.
In secundis, la mappa fornisce una visione panoramica delle competenze attuali e necessarie per completare una determinata mansione lavorativa. In tal modo, si potrà osservare lo stato corrente delle skill e anche le aree di miglioramento. Inoltre, è un metodo utile che consente di tenere traccia dei miglioramenti dell’individuo e anche quelli del gruppo.
Infine, la mappa delle competenze riesce a distinguere i dipendenti che riescono a compiere un determinato lavoro a livello base e anche quelli che si trovano a un livello più alto, identificando quindi i lavoratori più preziosi per l’azienda.

Conclusione

Arrivati alla conclusione di questo articolo, si può dire che, avviando una mappatura delle competenze in un’azienda, l’attenzione si sposterà dall’organizzazione aziendale al singolo individuo.